IL FILM

PROIEZIONI
CONTATTI
Documentario, Italia, 2020
durata 71 minuti
Formato 4K
Audio Dolby 5.1


Un cucciolo di lupo dorme, avvolto in una coperta, appoggiato ad una mano umana. Il rollio della macchina sembra cullarlo. E’ stato trovato solo, lungo un sentiero, e adesso sta viaggiando verso un centro di recupero per la fauna selvatica.

Nel centro di recupero incontrerà un altro cucciolo, arrivato pochi giorni dopo di lui, ed insieme passeranno oltre un anno, in attesa di crescere abbastanza da poter tornare in natura.

Il Contatto racconta il percorso di due cuccioli di lupo andando oltre i classici schemi del film naturalistico e ponendo domande sul comune sentire rispetto al salvataggio degli animali selvatici. Sono in grado di capire quello che stiamo facendo per loro? Qual è la loro percezione del tempo, della cattività e del ritorno in natura? Lo chiamano libertà? Esiste per loro questo concetto o è solo una nostra interpretazione?

Non c’è voce narrante, nessuna spiegazione di quello che sta accadendo e la presenza umana rimane sullo sfondo.

E’ un viaggio che pone lo spettatore di fianco ai protagonisti nello spaesamento di fronte ad un mondo nuovo, alla crescita e all’imparare la fiducia.

FESTIVAL E PREMI

NOTE DELL’AUTORE

Il film cerca di entrare nel ritmo quotidiano dei lupi, in questa loro particolare parentesi di vita. Uno scorrere dei giorni molto diverso da quello cui siamo abituati. E’ un viaggio in un’altra percezione del tempo, in un altro sentore dei suoni, nei piccoli segni del linguaggio di un’altra specie.

All’inizio potrebbe risultare difficoltoso non comprendere chiaramente la sequenza degli eventi, ma è proprio qui che sta la ricerca del film: nel provare ad immedesimarsi nello stesso sentimento di disorientamento provato da un cucciolo che si trova improvvisamente lontano dalla propria madre, in mano ad un essere per lui alieno. Si tratta di provare a crescere con lui.

IL PROGETTO

Il film nasce dalla collaborazione fra la casa di produzione audiovisiva indipendente POPCult e il Centro di Recupero Fauna Esotica e Selvatica Monte Adone (www.centrotutafauna.org) di Bologna, operativo 24h su 24h, nel recupero della fauna selvatica trovata ferita e in difficoltà e che si prende cura inoltre della fauna esotica, sequestrata dalle autorità competenti per maltrattamento, commercio e detenzione illeciti.

Il film documenta, per più di un anno a partire dalla primavera del 2016, la storia vera di due cuccioli di lupo, recuperati in difficoltà, a distanza di pochi giorni uno dall’altro e cresciuti al Centro di Recupero, nel totale rispetto della loro selvaticità, per tornare in libertà una volta adulti. Un progetto unico e sperimentale poichè in Europa non era mai stato tentato il rilascio di individui riabilitati dall’uomo sin dalle prime settimane di vita.

CREDITI

Giusi Santoro

Produttore e Montatore

Andrea Dalpian

Regista, Filmaker e montatore

Diego Schiavo

sound designer

Laura Frontera

Assistente al montaggio

Federica Ruozi

filmaker

Fabio Pedretti

Wofcam Engineer

Rudi Berti e Mirca Negrini

Fondatori Associazione Centro Tutela Fauna Esotica e Selvatica Monte Adone ODV

Elisa Berti

Direttrice Centro Tutela Fauna Monte Adone